Google annuncia importanti novità per G Suite


Importanti novità sono state annunciate ieri da Google e riguardano i suoi principali strumenti di produttività come Gmail, Google Drive e Hangouts per la clientela business di G Suite. Vediamoli nel dettaglio.

Gmail

Gmail da solo è già un potente client di posta elettronica, offrendo funzioni utili e l’integrazione diretta con gli altri servizi di Google, come Google Drive. Tuttavia, c’è sempre spazio per migliorare. Ieri, Google ha annunciato che Gmail aggiungerà il supporto per add-ons nativi. Gli add-ons non sono una novità per Gmail, ma fino ad ora sono stati principalmente costituiti da estensioni di Google Chrome. Ora, però, Google sta introducendo il supporto nativo per alcuni add-ons. La più grande differenza è che, invece di lavorare solo in condizioni specifiche, l’add-on funziona su tutta la linea, anche per quanto riguarda le applicazioni mobili su Android e iOS.

Per il momento, questa funzione è focalizzata sulla base di utenti aziendali, ma sta partendo forte con tre potenti integrazioni ─ Intuit, Salesforce, e Prosperworks. Nell’esempio di Google, si vede un utente comporre una mail in Gmail, controllare informazioni di contatto da Prosperworks, e quindi impostare e inviare una fattura in QuickBooks, tutto senza lasciare l’applicazione Gmail.

Google dice che queste applicazioni saranno di tipo contestuale, nel senso che appariranno solo sulla base del messaggio inviato.

Hangouts

Dopo l’annuncio di Duo e Allo, le più recenti di una lunga serie di applicazioni di messaggistica di Google, l’azienda di Mountain View ha chiarito che Hangouts sarebbe stato re-indirizzato per un uso prettamente aziendale. Il mese scorso, una nuova app ‘Hangouts Meet’ è apparsa sullo store di iOS, rivelando che una rielaborazione importante per gli Hangout è in fase di completamento. Ora, Google ha annunciato ufficialmente Hangouts Meet e Hangouts Chat.
La prima è una piattaforma di video-conferenza con l’obiettivo di rendere le riunioni online più indolore possibile. Le riunioni possono essere avviati semplicemente condividendo un link, senza armeggiare con gli account di accesso, plugin o applicazioni native. Fino a 30 partecipanti possono unirsi dal web, dall’applicazione mobile, o anche con un numero di telefono dial-in dedicato, se cliente G Suite Enterprise.
La seconda permetterà invece di organizzare il lavoro in chat dedicate a specifici ambiti, con thread riservati simili a quelli già visti su applicazioni come Slack, alla quale somiglia molto. Hangouts Chat sosterrà anche integrazioni con altri servizi e bot ad esempio ‘@meet’, che utilizza l’elaborazione del linguaggio naturale per pianificare automaticamente riunioni.
Hangouts Meet e Hangouts Chat sono in fase di rollout per gli utenti di G Suite. Meet è già scaricabile dal Play Store da questo indirizzo.

Google Drive

Altra grande novità annunciata da Google è Drive File Stream che consente sempre di sincronizzare i files sul vostro pc o mac ma scaricandoli effettivamente sulla memoria solo in caso di necessità. Indubbiamente un gran vantaggio in termini di spazio occupato sul disco. Altra novità è Team Drive, uno spazio dove aggregare documenti condivisi appunto con tutto il team di lavoro. Soluzione questa più immediata rispetto alla singola condivisione di file e cartelle.

Altre novità minori sono costituite dal potenziamento di Google Vault e dall’acquisizione di AppBridge, un tool per la migrazione dei dati da altri sistemi cloud business come OneDrive e non solo. Attualmente tutte le novità qui descritte sono in fase di roll out per i clienti G Suite.

Per maggiori informazioni contattaci.

 

Fonte 9to5google.com, Androidpolice.com

Lascia un commento